Recap il debutto di Andrea Benvenuti nella Junior

L’introduzione della classe S Junior è un chiaro segnale di voler assicurare un futuro alla Supermoto, allevando i giovani piloti sin dai primi passi. Con il passare del tempo si è poi assistito ad un progressivo infoltimento delle griglie di partenza, cosa che ha iniziato a non passare inosservata ai team che gareggiano nelle categorie classiche della Supermoto.


E fra questi FRT Racing 2 è stato fra i primi a credere nella categoria propedeutica, schierando nell’ultima gara del 2020 Andrea Benvenuti, per poi perfezionare l’accordo per l’intero campionato 2021.



Essendo la stagione di debutto, l’obiettivo principale era di imparare un po’ tutto, anche se trattandosi pur sempre di competizioni l’agonismo rimane una componente preponderante. E nella gara di apertura di Ortona Andrea parte subito con il piede giusto, portando la moto al traguardo in entrambe le manche ed iniziando a conoscere avversari e competizione.


Il secondo appuntamento è a Ottobiano con Benvenuti che dimostra di aver imparato piuttosto bene la lezione centrando un sesto ed un settimo posto, seppure la distanza con il gruppo di testa sia ancora piuttosto marcata.



A Viterbo invece si assiste ad un piccolo passo indietro in termini di risultati, con i distacchi che per contro iniziano ad essere meno evidenti, ma tutto sommato, l’arrivare sempre alla fine paga tanto in termini di punti.


La prova successiva è a Pomposa, dove in prova le cose sembrano mettersi bene ed il risultato delle gare è sulla falsariga delle precedenti. Appare invece evidente che la costanza sia una delle doti migliori di Andrea, capace sempre portare la moto la traguardo.


Al Sagittario di Latina si assiste a due gare a dir poco spettacolari, segno che anche i giovani piloti meritano di essere seguiti. Per Andrea ancora due bandiere a scacchi con due ottavi posti e ancora punti per rimpinguare la classifica generale, che nel frattempo lo vede scalare posizioni su posizioni.



Le ultime 4 manche sono in programma a Castelletto di Branduzzo ed in condizioni di asciutto Andrea dimostra tutti i progressi ottenuti ottenendo il miglior risultato della stagione in prova. Le gare di sabato vedono Andrea bissare il sesto posto di Ottobiano, ma questa volta la distanza dal vincitore è decisamente più contenuta, segno tangibile della crescita avvenuta durante la stagione.


Domenica il meteo complica le cose e nonostante una caduta con pista bagnata in gara 1, il giovane romagnolo porta al traguardo la sua KTM in entrambe le manche, incamerando il bottino necessario per concludere la stagione con un meritatissimo quarto posto finale.



Stagione più che positiva quindi e ottimi auspici per la prossima, quando Andrea si troverà ad affrontare il campionato con il prezioso bagaglio di esperienza maturato quest’anno.


Foto e testo di Marco Rimondi

Recent Posts
Archive